Alessio Sorce: Gamberone alla crema di mango

Alessio Sorce classe 1991, Executive Chef con più di una decennale carriera vissuta in più parti dell’Europa.

Nasce ad Asti in Piemonte, tra le sue esperienze più note sono i ristoranti stellati in cui ha collaborato, come il Ristorante mille sens o  fino ad ottenerne due lui stesso come Executive chef.

Attratto dall’arte impressionista di kandinsky cerca di reinterpretarlo nella sua maniera, con un taglio culinario giapponese.

Tra i suoi migliori titoli quello di miglior risotto d’italia, note collaborazioni con slow food, ma anche quotati giornali di cucina che hanno portato le sue ricette come “donna moderna” e “sale e pepe”.

Valutato dal noto critico Jimmy Cooper come tra i migliori Chef emergenti d’Europa, è qui con noi a condividere le sue ricette Gourmet. 

La parola “mango” deriva dalla parola Tamil maangai e poi attraverso il Malayalam fino al portoghese manga[1]. La prima attestazione della parola in una lingua europea si trova nel 1510 in un testo di Ludovico de Varthema in italiano come Manga.
È di origine indiana e fin da tempi remoti ha avuto una rilevante importanza: appare in molte leggende indiane e tutt’oggi viene considerato sacro dagli Indù, e usato come ornamento per i loro templi.

Fu introdotto nel IV secolo a.C. nell’est asiatico[2] e, a partire dal X secolo d.C., diffuso nell’Africa orientale[2]. Il viaggiatore marocchino del quattordicesimo secolo Ibn Battuta lo riporta come presente a Mogadiscio[3]. Nel Seicento i portoghesi lo esportarono in America del Sud[2]. Oggi viene coltivato in quasi tutti i paesi tropicali e nei paesi subtropicali, nelle zone non soggette a gelo, come ad esempio in Spagna[4] (Andalusia, principalmente nella provincia di Malaga)[5].

Esistono delle coltivazioni di mango anche in Italia, a Caronia[4], a Fiumefreddo di Sicilia, a Balestrate – provincia di Palermo, ad Alcamo, nella valle del Niceto[6] e in Calabria[7]. La diffusione globale delle coltivazioni nell’area intertropicale fa sì che il frutto sia presente tutto l’anno sui mercati. La produzione siciliana, per quanto limitata nel tempo a causa della stagionalità della fruttificazione del mango in Italia, è risultata di qualità eccellente, ottenendo un grande successo anche sui mercati nel Nord Europa[4].
 
 
Dosi:
 
 

1 mango maturo 1/2 cipolla gamberoni bietoline 125 ml di latte di cocco sale  

pepe
Olio EVO
 
Procedimento
 
Iniziamo col mondare e tagliare a mirepoix il mango.
Soffriggiamolo con mezza cipolla a julienne e aggiungiamo il latte di cocco.
Frulliamo il composto al mixer.
Puliamo devisceriamo i gamberoni scottandoli e salandoli in una padella molto calda.
Sbianchiamo le foglie di bietolina dove avvolgeremo i gamberoni e serviremo sopra la salsa
 
Spero che la ricetta sia di vostro gradimento se i video vi piacciono iscrivetevi e supportate il mio canale, con molta  allegria mando un grande saluto!!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.